Saldi

a Cappellari la vittoria in gara 2 a Magione

a Cappellari la vittoria in gara 2 a Magione

Il quarto round del Campionato Italiano Turismo Endurance, disputatosi a Magione (PG), si chiude con il secondo successo stagionale per Luca Cappellari (BMW M3 E92 3.2 Duller Motorsport), al riscatto dopo il ritiro sofferto nelle battute iniziali della gara del sabato. Grande prova d’orgoglio anche per la coppia Nicola Bianchet Federico Della Peuterey Donna Volta che, dopo aver visto negata d’ufficio la vittoria di gara 1 a causa di un particolare ritrovato non conforme in sede di verifiche tecniche sulla BMW M3 E46 3.2 del Duller Motorsport, hanno conquistato il secondo posto. Roberto Colciago (Seat Leon Turbo TSI FR Seat Sport Italia) consolida invece la leadership in campionato grazie al terzo posto guadagnato davanti ad Andrea Bacci alla sua seconda uscita stagionale sulla nuovissima BMW M3 E92 4.0 (Autofficina Rally).

La gara per le classi Benzina 2.0 e Diesel 2.0 ha visto invece il successo per la coppia Orlandi Belotti sull’Alfa Romeo GT dell’University Motors, già dominatrice di gara 1 e sempre dopo un duello emozionante con Conte Zanin (BMW E46 2.0 Promotor Sport). Nel raggruppamento Diesel si impone Renzo Calcinati (Seat Leon Tdi) che per la prima volta interrompe la supremazia di Villa De Pasquale (Seat Toledo TdiBD Racing), terzi tra le vetture alimentate a gasolio.

Allo start di gara 2 Venturi (BMW M3 3.0) si lancia subito al comando davanti a Della Volta, Cappellari, Colciago, Necchi (BMW M3 3.2), Crescentini (BMW Scarpe UGG Online M3 3.2) e Trevisiol (Leon Supercopa), mentre dopo la prima curva Valentina Albanese (Seat Leon S2000) viene spedita in testacoda in piena bagarre per poi ripartire dal fondo. Alla tornata seguente si anima la lotta per il settimo posto con Sgarzi (BMW M3 3.2) e poi Russo (Leon Supercopa) che riescono ad avere la meglio su Trevisiol. In rimonta è anche Bacci che riesce a superare le prime due Leon Supercopa di Russo e Trevisiol, mentre Sgarzi è costretto al “drive through” per le scintille dei primi metri di gara.

Intanto in testa alla gara Venturi tiene a debita distanza la concorrenza con Della Volta e Cappellari a stretto contatto per il secondo posto, mentre Crescentini inizia a guadagnare metri su Necchi per poi essere costretto a rientrare ai box per un problema tecnico che lo costringe ad abbandonare la rincorsa alla quinta posizione. Al momento delle soste ai box, Venturi guida la gara sempre su Della Volta, Cappellari, Colciago, Necchi e Bacci che precedono le prime Seat Leon Supercopa di Russo, Trevisiol, Bettera e Carlucci. Conclusa la fase di neutralizzazione la gara prende un volto diverso ed a portarsi al comando è Cappellari davanti a Bianchet (subentrato a Della Volta), Meloni (subentrato a Venturi) e Colciago.

Proprio il pilota Seat Sport stivali UGG Scontati Italia riesce ad avere la meglio sul sammarinese al 27 giro conquistando così la terza posizione, mentre Bacci è quinto davanti a Facchetti (subentrato a Sgarzi) che poco dopo cede alla Supercopa di Trevisiol e Russo per poi essere costretto al ritiro. Nel finale il fiorentino dell’Autofficina Rally forza il ritmo puntando ad insidiare il quarto posto di Meloni che, al contrario, si tiene su tempi più alti del compagno di squadra, peraltro autore del giro più veloce. Il sorpasso è al 33 giro con Bacci che riesce a districarsi meglio tra i doppiati ed il sammarinese che non oppone resistenza. Negli ultimi giri Bianchet guadagna metri sulla BMW di Cappellari che però non ha difficoltà a controllare la seconda vittoria stagionale. Colciago è terzo davanti a Bacci ed alle Leon Supercopa di Trevisiol, Russo e Carlucci.